fbpx
Fave e Cicorie - Broad beans and chicory - Gustorotondo - Italian food boutique

Fave e cicoria: un binomio che sa di campagna e tradizione

Fave e cicoria, o anche fave e catalogna, fanno parte dei sapori della tradizione del meridione d’Italia, racchiusi in ricette che per i contadini meridionali del secolo scorso erano due ingredienti alla base dell’alimentazione, per il loro apporto di nutrienti nobili e complementari. Il duo fave e cicoria, oppure fave e catalogna, rappresentava un pasto completo, una sorta di vellutata densa da accompagnare col pane, abbondante olio, aglio e un buon bicchiere di vino. Stessa importanza, come piatto base dell’antica tradizione italiana, si conferiva a ricette composte da legumi per noi inusuali, come ad esempio la cicerchia, consumata in forma di zuppa e condita anch’esse con olio e aglio.

In questo articolo cercheremo di approfondire questi argomenti:

  • Si dice fave e cicoria o fave e catalogna?
  • Gli antichi Egizi amavano davvero fave e cicoria?
  • Chi vince il primato tra Puglia, Basilicata e Sicilia nella scelta di fave e cicoria?
  • Conoscete la ricetta di fave e cicoria proposta da Gustorotondo?

Prova il condimento di fave e cicorie!

Fave e cicoria: l'origine, la storia, le proprietà nutritive

Si dice fave e cicoria o fave e catalogna?

Ma come dobbiamo chiamare l’accompagnamento alle fave: cicoria o catalogna? Intanto è bene dire che la catalogna non ha nulla a che vedere, per tradizione e provenienza, con la nota regione della Spagna. Col termine “cicoria asparago” si intende, generalmente, un insieme di varietà di verdure locali dal tipico sapore amarognolo. In alcune zone d’Italia la cicoria viene chiamata catalogna e ne esistono di due tipi: uno più alto, eretto e amaro, consumato di solito cotto; il secondo, più basso e a costa larga, è caratterizzato da germogli interni, le puntarelle, solitamente consumate crude, spesso con aggiunta di aglio e acciughe sotto sale.

La ricetta è stata tramandata fino a noi da varie parti del nostro Paese, ognuno che ne rivendica a buon diritto la paternità, o anche la corretta esecuzione: la purea di fave va mescolata con le cicorie? Le cicorie vanno tenute ben separate? Chi ne ha iniziato la tradizione?

Gli antichi Egizi amavano davvero fave e cicoria?

Fave e cicoria è certamente un binomio diffuso nello spazio e nel tempo. Se ne hanno tracce in Basilicata, dove “Fafett e Cicuer” esistono dalla notte dei tempi, così come anche la zuppa di cicerchia. O anche in Sicilia, dove le fave diventano il “Maccu”, che a sua volta deriva da un’antica ricetta degli antichi Egizi, pare addirittura prefaraonica.

Chi vince il primato tra Puglia, Basilicata e Sicilia nella scelta di fave e cicoria?

Tra i vari contendenti italiani del primato dell’origine di fave e catalogna spicca tra tutti la Puglia, dove la “Ncapriata Pugliese” sposa i due ingredienti e ne raccoglie la sintonia di sapori. La Puglia è l’unica regione a riconoscere questo piatto tipico come prodotto agroalimentare tradizionale, e preferibilmente chiama catalogna questa verdura versatile. Anche in Puglia non mancava la cicerchia, spesso consumata in forma di zuppa con l’aggiunta di una buona pasta corta.

Gustorotondo propone sulle nostre tavole il condimento di fave e cicorie di un’azienda pugliese, un prodotto completo per la sua composizione perfetta di elementi nutrizionali.

Il condimento di fave e cicoria dell’Agricola del Sole – azienda che esiste dal 1958 – ha il sapore degli spazi sterminati e splendidi dell’altopiano collinare carsico delle Murge; è una sintesi ideale delle correnti marine e di quelle montane e si concentra sul territorio che sta tra Andria, Ruvo di Puglia e Trani. In questa zona si estende il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, che esiste dal 2004 e comprende circa 68.000 ettari di territorio, oltre ad essere straordinariamente ricco di specie vegetali sottoposte a tutela: finora ne sono state censite circa 1.500, ovvero il 25% delle specie presenti sull’intero territorio nazionale.

Conoscete la ricetta di fave e cicoria proposta da Gustorotondo?

Gustorotondo, shop online di cibi artigianali di alta qualità, porta sulle nostre tavole una sintesi perfetta di sapori, tradizione e genuinità, e ci consente di assaporare fave e cicorie in una composizione deliziosa come condimento per la pasta o per una bruschetta originale, magari accompagnata da un condimento di olio, aglio e un buon bicchiere di vino, realizzando un primo piatto o uno stuzzicante aperitivo, come ci tramanda la tradizione italiana.

0/5 (0 Reviews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Riso funghi ragù - Gustorotondo - spesa online

Per una buona ricetta, quanto conta la qualità degli ingredienti?

Per preparare un ottimo risotto con i funghi e altre ricette sane e gustose abbiamo selezionato i migliori ingredienti artigianali d'Italia.

Sentirai la differenza

ARTIGIANALITÀ ITALIANA, PER UN MONDO PIÙ SOSTENIBILE

Semplice, veloce, sicuro

Spedizione in tutta Europa con DHL

I migliori prodotti artigianali

I prezzi migliori

 

Spedizione GRATIS in TUTTA ITALIA da 79 Euro di spesa