Daniel Peter inventor of milk chocolate - Daniel Peter inventore del cioccolato al latte - Gustorotondo - Italian food boutique

Il Cioccolato al Latte

Se desideri sapere di più sul cioccolato al latte e sulla sua invenzione sei nel posto giusto!

La storia dell’invenzione del cioccolato al latte si sviluppa intensamente durante la seconda metà dell’Ottocento, ed è legata al nome di Daniel Peter.

Ormai lo diamo per scontato, ma l’invenzione del cioccolato al latte fu tutt’altro che semplice.

Daniel Peter: dalle candele al cioccolato

Daniel Peter nacque nel 1836 a Moudon, nel cantone di Vaud, in Svizzera.
Figlio di Jean Samuel e di Jeanne-Louise Laurent, inizialmente lavorò insieme al fratello Julien nel settore delle candele, allora ampiamente impiegate per l’illuminazione.

I due fratelli, nel 1856 fondarono la “Frères Peter" e successivamente, necessitando di maggiore spazio per l’attività, acquistarono un edificio in Rue des Bosquets, a Vevey, cittadina sul Lago di Ginevra.
L’edificio era di proprietà dei Cailler, e Daniel incontrò e poi sposò – nel 1863 – Fanny, la figlia maggiore della famiglia.

Verso la metà degli anni ’60 dell’Ottocento fu introdotto nel mercato svizzero il cherosene, e la produzione delle candele ne risentì fortemente.
Daniel Peter decise allora di intraprendere una nuova attività: la produzione di cioccolato.

Julien, il fratello di Daniel, proseguì nella produzione di candele utilizzando una parte dell’edificio; nell’altra parte Daniel avviò l’attività cioccolatiera.

Daniel Peter e l'idea del cioccolato al latte

A un certo punto, ispirato dalla ‘farina di latte’ inventata dal suo amico Henri Nestlé, Daniel Peter decise di provare a produrre un cioccolato che contenesse latte.
Fu anche la situazione del mercato del cioccolato a spingerlo a tentare una nuova strada: infatti, non sembrava vi fosse grande spazio per un nuovo attore che producesse ciò che già era presente; bisognava trovare qualcosa di nuovo, una specialità.

Henri Nestlé aveva inventato la ‘farine lactée’, composta da latte vaccino, farina di grano e zucchero, al fine di ridurre il tasso di mortalità dei neonati che non potevano essere allattati al seno.
L’unione di latte e cacao, però, non è cosa semplice: la parte grassa del cacao e l’acqua del latte complicano il processo.
Daniel Peter si mise a far evaporare il latte all’aria, e trovò la giusta proporzione di latte e cacao. Ciò nonostante, i primi lunghi esperimenti per produrre il cioccolato al latte si scontrarono col fatto che, dopo un paio di settimane dalla produzione del cioccolato, il latte inacidiva producendo odore e sapore sgradevoli.

L'incontro con l'Anglo-Swiss e la nascita del cioccolato al latte

Daniel Peter continuò a darsi da fare per arrivare al cioccolato al latte.
Nel 1873 egli andò a Guin, nel cantone di Friburgo, per ordinare del latte condensato dall’Anglo-Swiss, che da poco aveva aperto lì una filiale.
Il latte condensato era stato inventato dallo statunitense Gail Borden agli inizi del decennio 1850, e George e Charles Page, due fratelli, avevano deciso di utilizzare il latte prodotto in Svizzera per produrlo. Con quest’idea era nata l’Anglo-Swiss.

Grazie al latte condensato, Daniel Peter migliorò il cioccolato al latte. Tuttavia, il miglioramento non fu sufficiente: dopo un po’ di tempo il prodotto irrancidiva.
Egli decise di fare evaporare ulteriormente il contenuto di acqua del cioccolato e, nel 1875, ottenne ciò che a lungo aveva cercato: il cioccolato al latte poteva finalmente essere distribuito.

5/5 (1 Review)