Olive trees vines Toscana - alberi ulivo viti Toscana- Gustorotondo - Italian food boutique

Varietà di oliva e olio evo in Italia settentrionale

Anche in Italia Settentrionale vi sono diverse varietà di oliva utilizzate per la produzione di olio evo.
Quali sono le principali varietà di oliva in Italia Settentrionale? E quali caratteristiche hanno gli oli evo, gli oli extravergine di oliva, prodotti?

Varietà di oliva in Italia Settentrionale: Bianchera

Fra le varietà di oliva in Italia Settentrionale vi è la Bianchera.
La varietà di oliva Bianchera è una varietà autoctona che costituisce circa il 70% del patrimonio olivicolo della provincia di Trieste, e che è diffusa anche nelle zone del Collio e dei Colli del Friuli.
La pianta che produce la varietà Bianchera è vigorosa e assurgente, con chioma di media densità.
Sopporta bene i venti marini e il freddo.
L’olio evo che si ottiene dalla varietà Bianchera è fruttato intenso e ricco di polifenoli.

Varietà di oliva Casaliva

La varietà di oliva Casaliva è una varietà diffusa nel Nord Italia, lungo il bacino del Lago di Garda.
È una pianta di grandi dimensioni, che può raggiungere altezze superiori ai 15 metri.
Il contenuto di acido oleico nell’olio extravergine è elevato, quello di polifenoli medio.
La Casaliva costituisce, insieme ad altre, la base varietale per le DOP Garda e Laghi lombardi.
Il risultato è un olio evo leggero e profumato, fruttato armonico con note di amaro e piccante.

Varietà di oliva Razzola

Un’altra varietà di oliva in Italia Settentrionale è la Razzola.
La varietà di oliva Razzola è diffusa in Liguria e soprattutto in provincia di La Spezia. Le piante sono di medio-grandi dimensioni, con chioma semi-pendula e folta. Rispetto alla Taggiasca, la forma del frutto è più grosso e allungato.
La Razzola ha una maturazione tardiva. La resa di olio è molto elevata: circa il 24%.
Produce olio evo mediamente fruttato, con un livello medio-leggero di amaro e piccante, un sentore prevalente di mandorla fresca e leggere sensazioni di erba, foglia e carciofo.

Varietà di oliva Taggiasca

Una varietà di oliva in Italia Settentrionale particolarmente nota è la Taggiasca.
La varietà di oliva Taggiasca è una varietà diffusa in Liguria, soprattutto in provincia di Imperia, dove rappresenta oltre il 90% del patrimonio olivicolo.
Il nome Taggiasca o Tagliasca molto probabilmente deriva dal nome della località omonima (oggi Taggia, in provincia di Imperia) dove sorgeva l’abbazia benedettina di Santa Maria del Canneto. Secondo alcuni studiosi la Taggiasca è un clone della cultivar Frantoio. Alcuni studi condotti su base molecolare hanno dimostrato la stretta vicinanza genetica tra i genotipi Taggiasca, Frantoio e Lavagnina.
I frutti sono utilizzati soprattutto per la produzione di oli, ma anche come olive da mensa in salamoia.
La produttività (resa in olio) è elevata: 22-25%.
L’olio evo di Taggiasca è caratterizzato da un livello medio di fruttato con una decisa sensazione di dolce, con un livello medio-leggero di amaro e piccante, sentori di di mandorla fresca e leggere sensazioni di erba/foglia e carciofo.

0/5 (0 Reviews)