fbpx
dieta detox - Gustorotondo online shop - i migliori cibi online - vendita online dei migliori cibi italiani artigianali - best authentic Italian artisan food online

DIETA DETOX: PERDITA DI PESO, COSA MANGIARE, CONSIGLI E CRITICHE

La dieta detox (o forse sarebbe meglio dire le diete detox, considerata la varietà delle proposte) periodicamente attrae la nostra attenzione. Il termine detox è inglese e indica, come nome o verbo, l’eliminazione di qualcosa di tossico. La dieta detox è una dieta che si propone in qualche modo di disintossicare il corpo.
La dieta detox si trova spesso associata a ripresa del peso forma, miglioramento della digestione, aumento della luminosità dei capelli o della pelle, eliminazione della cellulite, incremento dell’energia. Di solito si trovano indicazioni per diete disintossicanti di breve durata (ad esempio 30 giorni, 10 giorni, anche 3 giorni). Inoltre, spesso si parla di tali diete in prossimità delle vacanze estive (prova costume!) o dopo periodi dell’anno in cui molti hanno mangiato in modo sregolato e desiderano porvi rimedio.
Cerchiamo di vedere un po’ meglio la questione.

SEGUICI SU

DIETA: POCHI GIORNI O UNO STILE REGOLARE?

Nella medicina di Ippocrate o della sua scuola troviamo la parola δίαιτα (diaita), da cui almeno in parte trae origine il nostro termine dieta. In alcuni casi la parola diaita si riferiva non solo al mangiare, bensì anche all'attività fisica e ad altre attività in rapporto alla salute. Una buona dieta era uno stile di vita utile a mantenere o ristabilire la buona salute. Non era quindi necessariamente un intervento breve, potendosi riferire al vivere normale, di tutti i giorni. Questo è il modo principale in cui si dovrebbe intendere la dieta anche oggi.
La dieta detox è vista come un regime alimentare che dura poco tempo. Si trovano ad esempio dieta detox 30 giorni, dieta detox 7 giorni e dieta detox 3 giorni. Tale modo di intendere la dieta, come un intervento breve, ha forse qualche ragione se la dieta specifica è inserita in una più ampia e regolare dieta. Fare invece affidamento solo sulla dieta di breve durata non ha senso. È un po’ come se si pulisse la casa solo con le pulizie di primavera, senza tenerla in qualche misura pulita durante il resto dell’anno.

ACQUISTA ONLINE I MIGLIORI CIBI ARTIGIANALI ITALIANI SU GUSTOROTONDO

Su Gustorotondo trovi i migliori cibi artigianali della tradizione culinaria italiana. Il nostro e-commerce nasce come boutique di specialità enogastronomiche italiane nel cuore di Milano. Ora è un negozio online in cui trovare i sapori autentici della cucina italiana, e un luogo virtuale di condivisione della cultura culinaria del nostro Paese.
Grazie ai servizi di vendita di cibo online, spediamo, in Germania, nei Paesi Bassi, in Francia, in Grecia, in Inghilterra, in Irlanda, in Austria, in Ungheria e in tutti i Paesi d’Europa.

SCEGLI I MIGLIORI CIBI ARTIGIANALI ITALIANI

DIETA DETOX DIMAGRANTE?

Nel caso in cui la dieta sia utilizzata per perdere peso rapidamente, i risultati sono normalmente, nel ‘medio periodo’, negativi. Infatti, si verifica il cosiddetto effetto yo-yo: dopo aver perso peso, lo si riprende con gli interessi.
Con la dieta detox la diminuzione del peso è dovuta più alla perdita di acqua e di glicogeno (riserva di energia rapidamente utilizzabile) che alla perdita di grasso.
Se desideri perdere peso, la cosa migliore – forse l’unica cosa sensata da fare – è adottare uno stile di vita che eviti regolarmente gli eccessi di cibo. Riduci le porzioni di cibo, fornendo al tuo corpo i diversi nutrienti che gli servono, e muoviti ogni giorno.

Ricevi la nostra newsletter

Ricevi informazioni e consigli sull'alimentazione e sulla cucina italiana, e offerte esclusive

DIETA DETOX COSA MANGIARE

Le diete detox prevedono quasi sempre:

  • pochi grassi e pochi zuccheri;
  • molte fibre;
  • cibi che contengono sostanze antiossidanti;
  • elevato consumo di liquidi (tisane, acqua, tè).

Alcune diete detox, poi, prevedono il consumo di alcuni specifici cibi o integratori. Considerato che spesso assumiamo troppi zuccheri e grassi e magari troppo poche fibre, la dieta detox può apparire come un toccasana. Tuttavia, si devono fare due considerazioni.
La prima è che non ha senso eccedere regolarmente nel consumo di zuccheri e grassi, eliminarli per una sola settimana e poi riprendere i consumi eccessivi.
La seconda è che anche alimenti come le fibre possono essere consumati in quantità eccessiva. Il consumo di fibre oltre una certa misura può rendere eccessivamente difficile per l’organismo assorbire micronutrienti utili. In tale situazione l’organismo diventa particolarmente ‘attento’ ad assorbire i nutrienti e, se si torna a consumare poche fibre, si può ingrassare rapidamente (effetto ingrassante di rimbalzo).
Più avanti nell’articolo ci occuperemo anche del tema relativo ad alcuni alimenti specifici consigliati dalle diete detox.

CHE COSA BISOGNA EVITARE SECONDO LA DIETA DETOX

La dieta detox talvolta prevede di evitare di consumare latticini, uova, grano e altri cereali contenenti glutine, zucchero, prodotti di origine animale, bevande analcoliche, caffè, alcol.
Che tali cibi siano da alcune persone consumati in quantità eccessiva è vero. Forse alcuni andrebbero consumati solo saltuariamente o addirittura, per quanto possibile, evitati sempre (si pensi ai grassi trans contenuti in alcuni cibi confezionati). Tuttavia, almeno alcuni di tali cibi sono anche fonti di importanti nutrienti, come ad esempio proteine e acidi grassi. Quindi, se si decide di farne a meno per un periodo, è opportuno avere fonti alternative di tali nutrienti. Bisognerà cioè vedere che, nel desiderio di depurare il corpo, non gli si faccia mancare ciò di cui ha in realtà bisogno per stare in salute.

LA CAPACITÀ DETOX DEL CORPO

Il corpo umano è dotato di sistemi che possiamo dire detox, come ad esempio il fegato, i reni e l’intestino. È normale per il corpo eliminare parti di cellule potenzialmente dannose (meccanismo chiamato autofagia cellulare) o sostanze come l’alcool etilico. Nel caso in cui si bevano bevande alcoliche, ad esempio, il fegato agisce trasformando ed eliminando la maggior parte dell’alcol etilico contenuto (circa il 98%). La parte di alcool rimanente viene eliminata in altri modi come ad esempio il respiro. Certo, il fegato ha dei limiti, ed è bene evitare di saturare la sua capacità per non rischiare di incorrere nell’epatopatia alcolica. In questo senso, anziché eliminare per un breve periodo l’alcool, per poi tornare a farne largo uso, è opportuno evitare, regolarmente, di eccedere nel consumo. La visione secondo la quale il fegato sarebbe una specie di spugna che può essere di tanto in tanto sciacquata è per lo meno semplicistica.

Ricevi la nostra newsletter

Ricevi informazioni e consigli sull'alimentazione e sulla cucina italiana

LA DIETA DETOX AIUTA A RIMUOVERE LE TOSSINE?

Abbiamo visto che il corpo possiede sistemi che eliminano sostanze tossiche. Tali sistemi, poi, non trattengono le tossine come una spugna trattiene lo sporco.
Ora ci domandiamo: le diete detox e i programmi detox aiutano in qualche modo a eliminare le tossine?
Il consumo di frutta e verdura è da incoraggiare, se è vero che spesso le persone tendono a mangiarne troppo poca. Infatti verdure a foglia verde e frutta secca (ma anche cereali integrali e semi di lino) contengono fibra alimentare insolubile, che velocizza il transito intestinale. Tale velocizzazione è positiva per il fatto che riduce il tempo di permanenza nell’intestino di sostanze tossiche. Tuttavia consumare frutta e verdura non implica che si segua una dieta detox.
Nel 2015 è apparso sul Journal of Human Nutrition and Dietetics, la rivista ufficiale della British Dietetic Association, un articolo che esamina criticamente le evidenze relative alle diete detox per l’eliminazione delle tossine e il controllo del peso. L’articolo afferma: «Per quanto a nostra conoscenza, non sono stati condotti studi randomizzati e controllati per valutare l'efficacia delle diete detossificanti commerciali negli esseri umani. Questa è un'area che merita attenzione in modo che i consumatori possano essere informati dei potenziali benefici e dei rischi dei programmi di disintossicazione».

CORIANDOLO, ALGA NORI, CARDO MARIANO E ALTRI ALIMENTI DETOX

Il fatto che forse le diete detox commercializzate non siano efficaci significa che non si possa aiutare in alcun modo il nostro corpo nell’eliminazione delle tossine? Proviamo a capire.
Talvolta la dieta detox indica di consumare uno o più cibo specifici come coriandolo, alga nori, olestra o cardo mariano. Uno o più di tali alimenti sono considerati, in alcune diete detox,  particolarmente detossificanti. E il medesimo studio apparso nel 2015 sul Journal of Human Nutrition and Dietetics afferma che «Esistono prove preliminari che suggeriscono che alcuni alimenti come coriandolo, nori e olestra hanno proprietà detossificanti, sebbene la maggior parte di questi studi sia stata eseguita su animali» (grassetto mio).
Vi sono anche studi che indicano che il cardo mariano contiene principi attivi utili alla protezione del fegato. Vediamo.

Il cardo mariano

Uno studio apparso nel 2010 indica che la silimarina, miscela di tre principi attivi che si trovano nel cardo mariano, potrebbe impedire che le tossine si leghino alle cellule del fegato. Inoltre, in test su animali mostra di ridurre i danni al fegato causati da alcune sostanze fra le quali l’alcol.
Un altro studio, del 2017, afferma che la letteratura scientifica testimonia che la silimarina ha un effetto che ne consente l'uso in tutte le più frequenti cause di danneggiamento del fegato.
Una meta-analisi del 2017, poi, indica che i risultati osservati nei diversi studi analizzati possono forse segnalare la silmarina come strategia terapeutica aggiuntiva nel controllo del fegato grasso (steatosi epatica non alcolica). Il meta-studio indica anche che gli studi trovati, come spesso accade nel caso di studi relativi a medicine a base di erbe, sono fragili dal punto di vista metodologico. È pertanto è necessario, secondo il meta-studio, effettuare nuovi studi con progetti metodologici più adeguati.

CHE COSA SIGNIFICA TOSSICO?

La dieta detox si propone di disintossicare, ma che cosa significano disintossicare, tossina, tossico? Il termine tossina indica qualcosa di velenoso. La parola tossico è forse da mettere in relazione alla parola greca tòxon (τόξον), che indica l’arco. Tossico, in questo senso, sarebbe ciò che si riferisce all’arco. E che cosa ha a che fare l’arco col veleno? Ebbene, con l’arco si possono scagliare frecce avvelenate. Il veleno messo sulla punta della freccia è toxicon pharmakon (τόξικον φάρμακον), dove pharmakon significa in questo caso qualcosa che distrugge, che fa male, quello che oggi diciamo un veleno appunto.
Qualche ulteriore considerazione su farmaco e veleno può forse aiutarci a capire il tema delle diete, compresa la dieta detox.

FARMACO E VELENO: QUALCHE ALTRO SPUNTO DI RIFLESSIONE

Anche se il pharmakon può far male, e magari uccidere, di per sé pharmakon non significa qualcosa che fa male: può anche essere qualcosa che cura, medicamento, rimedio.
Forse è di qualche interesse anche il fatto che la parola latina venenum non significa di per sé qualcosa che fa male, almeno non sempre. Nel Digesto, la raccolta di decisioni e pareri di giuristi romani, fatta redigere dall'imperatore Giustiniano nel VI secolo, si trova scritto:
«Chi dice ‘veleno’, deve aggiungere se ‘cattivo’ o ‘buono’; infatti anche i medicamenti sono veleni, poiché con tal nome si comprende tutto quello che, applicato, modifica la natura di quello cui lo si applica» (Digest., L., 16.236).
Da cosa dipende, poi che una cosa faccia bene o male? Per Lucrezio, ciò che per un essere (ad esempio la capra) è cibo, per un altro essere (ad esempio l’uomo) è veleno violento (De rerum natura, 633-642).
Possiamo forse dire che, per l’uomo, il fatto che una cosa ingerita faccia bene o male dipenderà almeno in alcuni casi dalle dosi e dallo stato di partenza della persona che ingerisce la sostanza?

DIETA DETOX: BILANCIO E CONCLUSIONI

In conclusione, la dieta detox non è risolutiva come promette.
Uno stile alimentare poco sano non si corregge con pochi giorni di dieta ferrea.
Alternare lunghi periodi sregolati a brevi periodi a base di acqua, centrifughe e zuppe non è salutare. Questo non significa che gli alimenti indicati dalle diete detox siano nocivi. Anzi, un maggiore consumo di frutta e verdura e un minor consumo di bevande alcoliche, insaccati e zuccheri è in alcuni casi auspicabile. E può anche aver senso seguire alcuni giorni di dieta depurativa, stando attenti all’assunzione di nutrienti fondamentali.
Inoltre, alcuni alimenti possono avere alcune proprietà particolarmente salutari. Tuttavia, credere di avere trovato l’alimento che cura tutti i mali rischia di generarne. Anche i principi attivi più utili alla salute, se assunti in eccesso, sono tossici.
Infine, la dieta alimentare dovrebbe inserirsi in un progetto di vita più ampio, in cui siano considerati ad esempio anche l’attività fisica e le esigenze di tipo psicologico.

ALCUNE FONTI E BIBLIOGRAFIA

SEGUICI SU

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO SULLA DIETA DETOX? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Se ti è piaciuto l’articolo sulla dieta detox, condividilo sui social e iscriviti alla Newsletter di Gustorotondo per restare aggiornato su offerte, novità, ricette, articoli pubblicati.
Inoltre, potrebbero interessarti questi articoli:

5/5 (6 Reviews)

Quanto conta per te la qualità degli ingredienti?

Selezioniamo le migliori produzioni artigianali d'Italia.

Prova, sentirai la differenza

pasta sughi biscotti artigianali - Gustorotondo - spesa online

ARTIGIANALITÀ ITALIANA, PER UN MONDO PIÙ SOSTENIBILE

Semplice, veloce, sicuro

Spedizione in tutta Europa con DHL

I migliori prodotti artigianali

I prezzi migliori

 

Spedizione GRATIS in TUTTA ITALIA da 79 Euro di spesa